Whistleblowing

Whistleblowing

L’entrata in vigore della legge 190 del 2012, ha consentito all’Italia di dotarsi di un sistema organico di prevenzione della corruzione che prevede, fra le misure da adottare, l’introduzione nel nostro ordinamento di un sistema di tutela del dipendente che segnala illeciti, c.d. whistleblower (art. 54-bis del decreto legislativo 165 del 2001).

Il “whistleblowing” è la segnalazione compiuta da un lavoratore, collaboratore o terza parte che, nello svolgimento delle proprie attività, si accorge di una frode, di un rischio o una situazione di pericolo che possa arrecare danno all’azienda per cui lavora, nonché a clienti, colleghi, cittadini, e qualunque altra categoria di soggetti.

Il “whistleblowing” è uno strumento legale atto a segnalare tempestivamente ad una serie di soggetti fatti circostanziati quali a titolo esemplificativo e non esaustivo: pericoli sul luogo di lavoro, frodi ai danni o ad opera dell’organizzazione, danni ambientali, false comunicazioni sociali, illecite operazioni finanziarie, minacce alla salute, casi di corruzione o concussione e molti altri ancora.

La legge prevede altresì che ogni segnalazione venga gestita in modo confidenziale e trasparente attraverso un iter predefinito e che l’identità del segnalante, quando dichiarata da egli stesso, non venga rivelata senza il suo consenso. Nel corso del processo di accertamento interno della segnalazione sarà garantito ogni diritto tutelando il segnalante da pressioni e discriminazioni dirette o indirette e che, in nessun caso, sarà avviato un procedimento in assenza di concreti riscontri riguardo al contenuto della segnalazione stessa.

Modalità di segnalazione

Ogni violazione o sospetta violazione può essere comunicata al Responsabile Internal Audit e al Presidente del Comitato Controllo Interno, Rischi e Sostenibilità tramite:

– e-mail inviata all’indirizzo whistleblowing@astm.it, al quale hanno accesso sia il Responsabile Internal Audit, sia il Presidente del Comitato Controllo Interno, Rischi e Sostenibilità;

– e-mail inviata all’indirizzo whistleblowing.presidenteccrs@astm.it, al quale ha accesso solo il Presidente del Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità, nel caso in cui il segnalante desideri riferire una presunta irregolarità o violazione riconducibile al Responsabile Internal Audit;

– e-mail inviata all’indirizzo whistleblowing.internalaudit@astm.it, al quale ha accesso solo il Responsabile Internal Audit, nel caso in cui il segnalante desideri riferire una presunta irregolarità o violazione riconducibile al Presidente del Comitato Controllo Interno, Rischi e Sostenibilità.

ut vulputate, massa amet, ut ut